Don Ciotti a Madrid per parlare di antimafia sociale e lotta alle disuguaglianze

Don CiottiDon Luigi Ciotti: una vita in lotta contro mafia, povertà e disuguaglianze”. Questo il titolo dell’incontro organizzato da Italia Altrove Madrid che si terrà venerdì prossimo alle 18:30 alla Biblioteca Publica Municipal Eugenio Trías nel Parque del Retiro di Madrid.

Uno dei protagonisti della lotta alla mafia e alle disuguaglianze, eroe dei nostri giorni, dibatterà di temi come l’antimafia sociale insieme a Jesús Palomo Martinez (Professore Titolare di Economia Aziendale dell’Università Rey Juan Carlos e Vicepresidente di FIADYS, Fundación para la Investigación Aplicada en Delincuencia y Seguridad) e il giornalista Jesús Bastante (capo redattore di Religión Digital e collaboratore di eldiario.es e altre testate giornalistiche).

Quest’anno Don Luigi Ciotti ha pubblicato un libro sul tema più dibattuto degli ultimi mesi, “Lettera a un razzista del terzo millennio” su immigrazione, accoglienza e razzismo.

La storia di Don Ciotti parte nel 1965 quando fonda il Gruppo Abele a Torino, un’associazione che promuove l’inclusione e la giustizia sociale attraverso un impegno che unisce cultura e accoglienza, educazione e proposta politica.  Nel 1972 viene ordinato sacerdote da Padre Michele Pellegrino che gli assegna come parrocchia la ‘strada’.

Nel 1995 fonda Libera, associazione che promuovere una trasformazione culturale, sociale ed etica con l’obiettivo di arrivare all’eliminazione di qualsiasi pratica illegale e ingiusta. Nello stesso anno comincia una raccolta di firme per chiedere una legge per l’uso sociale dei beni sequestrati alle organizzazioni mafiose. Dopo essere arrivato a più di un milione di firme, un anno dopo l’iniziativa popolare si convertì in una legge appunto.

Libera è un’entità che coordina una rete di più di 1.600 associazioni e gruppi che promuovono attività in scuole e università, producono materiali divulgativi, offrono appoggio ai familiari delle vittime, e danno lavoro utilizzando i beni sequestrati alle mafie attraverso il circuito “Libera Terra”.

Tra le varie iniziative di Don Ciotti risalta il Coordinamento nazionale delle Comunità di accoglienza (CNCA), o la Lega italiana per la lotta all’Aids (LILA).

Italia Altrove Madrid è un’associazione culturale nata a Madrid nel 2017, forte dell’esperienza della sua presidente, Erika Bezzo, che è stata protagonista della fondazione di Italia Altrove in Germania, dove è presente con altre due associazioni a Dusseldorf e Francoforte.

Da allora promuovono la cultura italiana contemporanea tra italiani e spagnoli che vogliano mantenere il contatto con le tendenze che si sviluppano nell’Italia di oggi. Una delle attività principali di Italia Altrove Madrid è il suo Club di Lettura che si riunisce una volta al mese per commentare le novità editoriali. A questa attività si uniscono presentazioni di libri, promozioni di opere teatrali e recital, concerti, laboratori per bambini e molto altro ancora.

Tra gli autori e gli artisti che sono passati per Madrid grazie a Italia Altrove possiamo enumerare Luca Bianchini, Daria Bignardi, Ermal Meta, Elio e le Storie Tese, il Prof. Giovanni Caravaggi, membro italiano della Real Academia Española e molti altri tra i più dei 25 eventi organizzati fino ad oggi. 

Commenta su Facebook
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.