L’amore e il mare spingono Marianna da Madrid a Valencia

Marianna Tagliafierro
Marianna Tagliafierro

Marianna è una ragazza di 28 anni che ha vissuto per un lungo periodo a Madrid per poi trasferirsi a Valencia. La domanda quindi sorge spontanea:

Perché ti sei trasferita da Madrid a Valencia?

“Per amore principalmente ma avevo già deciso di cambiare città perché essendo genovese mi mancava il mare. Dopo due anni a Madrid ho deciso di ritornare alle origini e vedere la spiaggia tutti i giorni come noi genovesi siamo abituati a vivere: per noi il mare è un punto di riferimento. Avevo l’intenzione o di ritornare a Genova o di trasferirmi in una città che avesse il mare. Avevo vissuto a Barcellona durante l’Erasmus e poi Madrid è capitata e nonostante sia stata un’esperienza bellissima e indimenticabile”.

Di cosa ti occupi a Valencia?  

“Ho trovato un’azienda di italiani che fanno distribuzione di materia prima plastica e attraverso una rete di connazionali che già conoscevo ho trovato questo lavoro. Sono attualmente auxiliar administrativo da settembre 2018 e mi trovo molto bene”.

Valencia

Hai sempre pensato di vivere all’estero? 

“No, pensavo di rimanere nella realtà di Genova per molto tempo ma a 23 anni con l’Erasmus ho deciso di esplorare abbandonando il porto sicuro. Ho fatto domanda per l’Erasmus ed è capitata Barcellona che tra l’altro non avevo scelto come meta. Ci sono stata sette mesi ed è stata l’esperienza più bella della mia vita e da lì è rimasta la voglia di tornare in Spagna. Sono tornata in Italia, dopo un anno mi sono laureata e quindi, dieci giorni dopo ho deciso di presentare domanda per uno stage post-laurea e l’ho trovato a Madrid alla Camera di Commercio italiana per otto mesi. Sarei potuta tornare a Genova ma mi sono completamente innamorata di Madrid e quindi ho cercato lavoro tramite i classici portali e ho trovato prima da Primark su Gran Vía poi sono stata un mese da Idealista e nel giugno 2017 ho trovato lavoro in un’azienda di money transfer. Sono stata poi due mesi in Italia e a settembre sono tornata nella stessa azienda di invio di denaro però in un altro dipartimento. Sono molto soddisfatta delle mie brevi esperienze nella capitale e adesso aspettiamo cosa succederà a Valencia”.

Meglio Genova o Valencia?

“A Genova ci sono le mie radici però la Spagna in generale dà la possibilità di incontrare vari tipi di persone e vivere diverse emozioni e sensazioni. Ci sono stati anche momenti non bellissimi però vivere la Spagna è un’esperienza che si può solo provare nemmeno raccontare per capire. A Genova ci sono i miei amici, la famiglia ma anche a Madrid e Valencia ho costruito dei rapporti sentimentali forti ed è difficile scegliere tra le due”.

Cosa ti piace di più del popolo spagnolo?

“La loro voglia di vivere. Il rollo español è la prima cosa che ho notato. Uscire dal lavoro e i bar pieni di persone, amici, gruppi e anche sconosciuti che hanno voglia di condividere le loro esperienze… Rispetto a noi hanno un atteggiamento che fa la differenza”.

Se ti chiamassero dall’Italia per una grossa opportunità lavorativa, cosa faresti?

“Sarebbe una scelta difficilissima, lo spirito spagnolo mi  mancherebbe per il resto dei  miei giorni ma le grosse opportunità lavorativa nel momento in cui vuoi creare una famiglia e avere una stabilità andrebbero prese in considerazione. Spero un giorno di far coincidere le due cose: stare in Spagna e avere una grande opportunità lavorativa e formativa”.

Dai un consiglio a un italiano della tua età che vuole trasferirsi in Spagna.

“Le tre città spagnole che abbiamo citato sono simili all’Italia quindi io mi sentivo a casa però in un certo senso mi è  mancata un po’ la vera conoscenza di una compagnia spagnola. Ci siamo riuniti in tanti italiani creando una Little Italy. Forse il consiglio sarebbe di scegliere magari per l’Erasmus una città più piccola come Granada, Cordoba o Santiago e non Barcellona che è piena di italiani. A livello pratico seguire Spainitaly con tanti consigli pratici ed esperienze reali di persone che vivono in Spagna. Ci sono alcune rogne burocratiche da sbrigare quindi avere un po’ di pazienza soprattutto nella ricerca di una stanza o casa”.

Da qui a dieci anni dove ti vedi?

“Vorrei vedermi a Valencia però la mia famiglia e i miei amici mi mancano tantissimo. Vorrei riuscire ad avvicinare gli affetti ma mi piacerebbe continuare a vivere in terra spagnola”. 

Potrebbero interessarti anche...